Cenni Biografici

Nicodemo Napoleone è nato a Pescara nel 1947.
 
Figlio d'arte, ha seguito fin da bambino le orme del padre, Vincenzo, e degli zii Felix e Angelo De Cesaris, anch'essi noti pittori abruzzesi (provenienti da Torre de' Passeri, una cittadina poco distante da Pescara).
Nicodemo ha frequentato il Liceo Artistico e l'Università di Architettura nella sua città natale. E' abilitato sia alla professione di architetto che all'insegnamento di materie artistiche.
Pittore eclettico, dallo stile realistico spiccatamente poetico, dipinge da 60 anni ed è considerato uno dei migliori ritrattisti italiani del momento. Le sue opere figurano in prestigiose collezioni pubbliche e private.
Ha l'atelier nel centro della sua città - 65122 Pescara, Via Palermo 30 - ed è in contatto con i più noti mercanti d'arte europei. Appassionato studioso di filosofia e storia dell'arte, conduce le sue ricerche ed i suoi studi in laboriosa solitudine.
Nell'ambiente artistico italiano è noto anche come saggista.
Ha pubblicato i seguenti volumi:
 
DAL CITABILE AL TACIBILE - Tutte le menzogne del pensiero artistico moderno.
Lalli Editore - Poggibonsi (Siena), 1998.
 
E' un saggio che svela i rapporti tra le avanguardie artistiche e la politica internazionale. Parla dei retroscena inediti dei “capolavori” più celebrati del nostro tempo.
L'artista racconta la storia dell'arte degli ultimi tre secoli, vista da un'insospettata angolazione: dagli Illuministi agli Oscurantisti; dall'autoritarismo dell'antico regime all'usurocrazia dei banchieri occidentali.
E' un'analisi acuta, rivoluzionaria, costruttiva, fondata su basi scientifiche e su dati di fatto. L'essenza della ricerca è del tutto nuova, caleidoscopica, aperta e con rivelazioni tanto sbalorditive da risultare sconvolgenti.
 
DAL CONVENTO DI SAINT JACOB ALLA BASILICA DI SAN PIETRO - Dai giacobini ai globalizzatori.
Editrice Nova Italica - Pescara, 2002.
 
Dalla “corretta” ricostruzione storica degli ultimi trecento anni, ecco una brillante disamina della nostra società.
Con questo saggio ogni altra interpretazione dell'epoca attuale è superata e resa obsoleta per l'enorme ricchezza degli argomenti inediti trattati.
Si tratta di una critica ricca di stimoli adatti a riflessioni fondamentali su fatti sociali, politici, storici, economici e culturali. Fornisce punti di riferimento certi per poter valutare, con la propria testa, conquiste e fallimenti collettivi. Non è un libro provocatorio né basato su congetture. Non si tratta di una raccolta di curiosità e neppure di una sterile elencazione di rivoluzioni ed evoluzioni, ma di una interpretazione originale, profonda e sbalorditiva della società venutasi a creare alle soglie del terzo millennio.
 
L'ABRUZZO NELL'ARTE DI NICODEMO NAPOLEONE - Attraverso un secolo di tradizioni pittoriche di famiglia.
Carsa Edizioni - Pescara settembre, 2002.
 
La Storia dell'Arte Abruzzese è ricca di personalità poliedriche, legate a opere straordinarie. Molti artisti hanno “dipinto l'Abruzzo”, ma non così assiduamente, e dal vero, come hanno fatto Nicodemo Napoleone ed i suoi familiari.
Questa è la storia dei Pleinairisti abruzzesi del Novecento; è la storia di una ingegnosa famiglia di pittori le cui opere continuano ad affascinare conterranei e stranieri.
L'identità di ciascun popolo e le radici di ognuno di noi affondano spesso nella poetica di pochi eroi solitari, destinati a costituire col tempo, e non di rado, punti di riferimento anche per l'intera nazione.
Cultura, Tradizione, Costume ed Arte sono una cosa sola, ed il patrimonio formativo di ogni società vale poco se non si conoscono bene i diversi strati sociali che lo compongono ed i loro veri “cantori”.
Gli artisti figurativi sono sempre stati gli aedi del proprio territorio e della propria gente. Nicodemo Napoleone ed i suoi lo confermano egregiamente.
 
IMMAGINI DELLA MIA TERRA
Edizioni Tracce - Fondazione Caripe, Pescara 2004.
 
Si tratta di una raccolta di dipinti realistici di impareggiabile bellezza.
Paesaggi, Marine, Nature morte, Nudi e Ritratti realizzati con uno stile spiccatamente poetico.
Attraverso lo studio attento della Natura, Nicodemo riesce a vedere il mondo con gli occhi dell'anima; la sua arte rispecchia la realtà in maniera nuova e originale.
L'artista intende la pittura come una scienza; per questo cerca di codificare, penetrare ed esaltare scientificamente il bello e tutto ciò che vi ruota intorno.
 
CONSIDERAZIONI SULL'ARTE
Edizioni Tracce - Pescara, 2005.
 
E' un'analisi attenta e particolareggiata su tutta l'arte moderna.
Paragoni, Parafrasi, Giudizi e Commenti sono espressi e basati sul pensiero filosofico dei grandi interpreti dei sentimenti umani: da Platone a Schopenhauer, da Fidia a Michelangelo, da Caravaggio a  Rembrandt, a Kandinskij, a Warhol. E' una carrellata tra arte e filosofia di notevole acutezza esplicativa: dalle indagini mistiche degli Eroi della Ragione, ai sofismi dei postkantiani. Tremila anni di Storia dell'Arte e altrettanti di Filosofia sono raccontati con una serie di riflessioni su argomenti mai trattati, che avvincono e stupiscono il lettore.