Paesaggi

                                               SI ESEGUONO RI TRATTI E DIPINTI DI OGNI GENERE SU ORDINAZIONE

In arte, quando si parla di Paesaggio, ci si riferisce a quei dipinti che hanno per oggetto la natura, gli aspetti campestri ed anche i vicoli ed i panorami di città.
Anticamente, le vedute paesaggistiche venivano dipinte a memoria, nel chiuso dell'atelier; per questo motivo molto spesso, nei dipinti, gli alberi, il cielo, le nuvole, il mare e le montagne, mostravano scarsa aderenza alla realtà. Il più delle volte era quasi impossibile riconoscere botanicamente i vari tipi di alberi e cespugli raffigurati. Quando, tra la fine del Settecento e l'inizio dell'Ottocento, gli artisti delle Scuole di Resina, Posillipo e Barbizon iniziarono a dipingere dal vero, all'aria aperta, tutto cambiò. Gli inventori della cosiddetta pittura en plein air, pertanto, non furono affatto gli impressionisti francesi, ma proprio gli italiani, con i fratelli Palizzi e Gabriele Smargiassi (tutti abruzzesi) in prima fila. In ogni modo, tra i grandi paesaggisti della storia dell'arte, a Bernardo Bellotto, nipote del Canaletto, si devono le vedute di città più spettacolari e realistiche, anche se le rivoluzioni pittoriche moderne, più determinanti, sono state effettuate proprio da artisti stranieri e su soggetti campestri. Oggi è impossibile parlare di pittura senza parlare di Paesaggio, ed è impossibile parlare di Paesaggio Abruzzese senza parlare della natura incontaminata dei nostri Parchi Nazionali. Se è vero che l'Italia è un giardino nel cuore del mondo, è anche vero che l'Abruzzo è una serra nel cuore dell'Italia. Pertanto, in una posizione così privilegiata, la nostra regione non poteva non possedere i boschi più belli e validi artisti in grado di osannarli. 

Ordinamento:
Il parco del Lavino a Decontra
Il parco del Lavino a Decontra
P0076

Maggio
Maggio
P0007

Al rezzo dell'aia erbosa
Al rezzo dell'aia erbosa
P0008

Lanciano: cortile solatìo
Lanciano: cortile solatìo
P0024

La Badia di San Clemente a Casauria
La Badia di San Clemente a Casauria
P0012

Inaugurazione di Piazza Salotto a Pescara
Inaugurazione di Piazza Salotto a Pescara
P0018

Caramanico Terme - La prima neve
Caramanico Terme - La prima neve
P0021

Il lago dell'Eremo di San Domenico (L'Aquila)
Il lago dell'Eremo di San Domenico (L'Aquila)
P0014

Il laghetto di Villa Borghese a Roma
Il laghetto di Villa Borghese a Roma
P0015

Pescara: Il Kursaal della pineta dannunziana
Pescara: Il Kursaal della pineta dannunziana
P0016

Caccia lungo il fiume Sangro
Caccia lungo il fiume Sangro
P0017

Roma: Domenica a Villa Borghese
Roma: Domenica a Villa Borghese
P0019

Il silente palpito del rio. (Torre de' Passeri - PE)
Il silente palpito del rio. (Torre de' Passeri - PE)
P0020

Nubi minacciose
Nubi minacciose
P0022

Chieti - Via Selecchy
Chieti - Via Selecchy
P0023

Parco delle sorgenti sulfuree del fiume Lavino  (Scafa - Pe)
Parco delle sorgenti sulfuree del fiume Lavino (Scafa - Pe)
P0025

Tramonto a Castellana (Pescara)
Tramonto a Castellana (Pescara)
P0026

Baglior d'aprile
Baglior d'aprile
P0027

I faggi di Scanno
I faggi di Scanno
P0028

San Vito Chietino: vicolo medievale
San Vito Chietino: vicolo medievale
P0029

I platani di Bolsena
I platani di Bolsena
P0030