Pastore sul Morrone

Passa il mouse sulle foto per ingrandire
Prezzo: 5.000,00
Disponibilità: in magazzino
Codice: F0037
Autore: Nicodemo Napoleone
Media voto: Non votato

Pastore sul Morrone - olio su tela cm. 70x100 - realizzato nel 2016.
E' una scena senza tempo: ancora oggi tutto si svolge come in tempi antichi. Bucolicum Carmen.
Anticamente quasi tutti i pastori raggruppavano le pecore da portare al pascolo in gruppi chiamati "morre". Una "morra" di pecore arrivava ad oltre mille esemplari e spesso era controllata da un solo pastore, come si vede in questo dipinto. Costui aveva al suo fianco un grosso cane bianco ed entrambi difendevano il gregge dagli attacchi dei lupi. Si viveva lontano dal mondo, soggetti alle inclemenze del tempo e come unico riparo c'era il caprile, una specie di trullo fatto di pietre, in uso ancora oggi. Spesso, quella che a valle, nei borghi, era una piccola pioggia, a queste altitudini diventava una vera e propria tempesta di neve gelida, anche d'estate. Lontano dalle sorgenti, l'acqua scarseggiava e spesso le bestie bevevano dalle pozzanghere. Anche i cani vivevano in condizioni estreme; il loro pasto era costituito dai pochi resti dei pasti dei pastori e dal siero del latte con cui si faceva il formaggio. Al giorno d'oggi, anche se quasi tutto si svolge come allora, molto è cambiato, soprattutto per via della tecnologia che ha raggiunto perfino le cime più alte. Oggi, il pastore moderno, infatti, in tasca, oltre al telefonino ha anche le chiavi dell'automobile. 

Scrivi commento
Nome: 
E-Mail: 
Telefono: 


Commento Nota: non inserire codice HTML!

Voto: Pessimo            Ottimo

Inserisci il codice che vedi qui sotto: