Achillee d'agosto

Passa il mouse sulle foto per ingrandire

Media voto: Non votato

Achillee d'agosto - dipinto ad olio su tela cm. 80x120 - realizzato nell'agosto del 1999 nei pressi di Castellana di Pianella.
E' possibile acquistare solo la stampa di questo dipinto, anche con la dedica dell'artista.
Un prato ricco di fiori bianchi, nel quale due figure si immergono alla ricerca dei più belli, è una scena molto poetica e densa di emozioni. Pare che questo fiore abbia anche delle virtù medicinali. Si dice che derivi il nome, Achillea, dal grande Achille, figlio di Peleo, che durante l'assedio di Troia usò tali fiori per curare le ferite dei suoi soldati, su suggerimento del centauro Chirone. Dal punto di vista artistico, quando, in piena estate, la maggior parte dei prati sono riarsi dal Sole ed appaiono tutti ingialliti e spenti, vedere un manto bianco, sopra un altro verde, che splendono rigogliosi sotto il cielo azzurro, è una scena sorprendente e mozzafiato. La poesia racchiusa in questo incantamento è stata riportata sulla tela con impeccabile maestria. La composizione grafica tuttavia è semplice: si tratta solo di un paesaggio con due figure in primo piano, senza altri impedimenti proporzionali a complicarne la struttura; pertanto, la difficoltà, nella realizzazione di quest'opera, è tutta nel delicato cromatismo relativo alla prospettiva aerea; ossia ai colori dei vari piani del dipinto, fino ai colori tenui dell'estrema lontananza. L'incantamento trepidante che l'osservatore avverte, dinanzi a questo dipinto, deriva dallo stile inconfondibile dell'artista e dal sapiente cromatismo, perfettamente rispondente alla realtà.

Scrivi commento
Nome: 
E-Mail: 
Telefono: 


Commento Nota: non inserire codice HTML!

Voto: Pessimo            Ottimo

Inserisci il codice che vedi qui sotto: