Promontorio dannunziano delle ginestre a San Vito Chietino.

Passa il mouse sulle foto per ingrandire

Media voto: Non votato

 Promontorio dannunziano delle ginestre a San Vito Chietino - olio su tela 100x180 - realizzato nel luglio del 2003.
Si può acquistare solo la stampa di questo dipinto, anche con la dedica dell'artista.
Questo è un dipinto storico che raffigura un luogo storico della costa abruzzese dei trabocchi. A San Vito Chietino, proprio sotto la casa dove Gabriele d'Annunzio si recava spesso a scrivere i suoi romanzi, accompagnato dalla sua amante Barbara Leoni, c'è una spiaggia ciottolosa, arricchita da scogli salmastri su cui si affacciano infiniti cespugli di ginestre rigogliose. Quest'eremo dannunziano, dal poeta stesso definito "il promontorio dei sogni", perché rappresentava per lui "una finestra aperta sul sogno irrealizzabile di possedere il tutto, specialmente quando il colore degli aranci, degli olivi e delle ginestre diventano un canto che si sposa sul mare". In questo mio dipinto di grandi dimensioni, si vede la vecchia ferrovia ed il traforo, proprio a ridosso del mare, come erano un tempo. Questa enorme distesa di ginestre, con grappoli di fiori di robinia, dall'odore penetrante, è una festa per gli occhi che dà all'osservatore un'emozione profondissima.

Scrivi commento
Nome: 
E-Mail: 
Telefono: 


Commento Nota: non inserire codice HTML!

Voto: Pessimo            Ottimo

Inserisci il codice che vedi qui sotto: