Gabriele D’Annunzio
27 Maggio 2022
Ritratti

AUTORITRATTO TRIPLO

Autoritratto triplo
Questo autoritratto triplo di mio nipote Lorenzo è un olio su tela di cm 80x100, realizzato nell'agosto del 2010.
Fino all'invenzione della fotografia, il solo modo per un artista di farsi un autoritratto era quello di guardarsi allo specchio. Tuttavia, nei secoli passati, fino al Sei/Settecento, possedere uno specchio implicava una certa disponibilit√† economica che non tutti gli artisti avevano. In questo ritratto triplo ho voluto fermare il tempo a quel periodo. Il piccolo Parmigianino √® al centro, di spalle, intento a guardare se stesso allo specchio. Alla sua sinistra c'√® il lavoro che va dipingendo, mentre a destra c'√® la sua immagine riflessa nello specchio. Di queste tre immagini, l'unico volto che stabilisce un contatto con l'osservatore √® quello a sinistra; ossia il volto pi√Ļ importante perch√© l'unico destinato a durare nel tempo e rimanere ai posteri. Interessante √® notare lo sguardo dei due volti laterali. Nello specchio gli occhi guardano se stesso, l'autore, mentre nel dipinto gli occhi guardano l'osservatore.